FILA A TEATRO 2016 -17

PROSA

Venerdì 20 gennaio 2017 ore 21.00
VALVASONE  Sala Cavana del Castello 
piazza Castello

PAR UN PEL (contis furlanis)                       
CLAUDIA GRIMAZ e FABIANO FANTINI(Friuli)
schermata-2016-11-04-alle-14-15-16 © 2015 Elia Falaschi / Phocus Agency

In un periodo di profondo cambiamento sociale ed economico, Riedo Puppo ha tenacemente voluto preservare e scrivere di quel mondo contadino che si stava dissolvendo, esortando i Friulani a non disperdere il proprio patrimonio linguistico, culturale e sociale. Egli ha saputo osservare quanto accadeva con occhi disincantati, restituendo con arguzia e leggerezza la profondità di quel mondo perduto, i cui valori, però, restano universali.

Fabiano Fantini interpreta i racconti di Riedo Puppo accompagnato dai canti di Claudia Grimaz.

INGRESSO: € 10,00 con calice di vino

……….

Venerdì 17 febbraio 2017 ore 21.00
VALVASONE  ARZENE Sala Consigliare
piazza Municio, 1

NOTTE INTERROTTA
Altre strade all’ora del tè             

EVOE’ TEATRO (Trentino Alto Adige)

notte-interrotta-aperto-1  notte-interrotta_3

Una donna insonne / insegue e è inseguita da suoi pensieri
e da un suono / che suona le note / di una notte interrotta
da passi, pensieri, domande ossessive

L’immaginario comune all’ora del tè ci conduce in salotti inglesi, alle cinque di pomeriggio. Noi invece ci troviamo di notte.
Le volontarie dell’associazione L’Altrastrada ogni settimana portano il tè alle prostitute. Partendo dalle esperienze di alcune delle donne soggette allo sfruttamento della prostituzione, questo lavoro affronta una ricerca sul tema della mercificazione del sesso e del corpo femminile, e sulle forme di schiavitù contemporanee.
Per informare, mettere in dubbio, far sorgere domande e idee, dare voce e spazio a realtà che ci appaiono provenire da un mondo parallelo e che invece è proprio il nostro: ma queste realtà non sono forse modificabili?

IL PROGETTO
Questo intervento artistico vuole sensibilizzare la cittadinanza al tema della tratta e dello sfruttamento alla prostituzione delle ragazze nigeriane. Questa tematica, che è al centro dell’attività dell’Associazione culturale “L’Altrastrada”, viene sviluppata e tradotta attraverso il linguaggio del teatro. Il progetto, vede infatti la collaborazione dell’associazione con una drammaturga e regista, Nadja Grasselli, un’attrice Marta Marchi e un musicista, Federico Robol. Da questo fruttuoso sodalizio è nato il desiderio di dare voce all’esperienza raccolta negli anni da “L’Altrastrada” durante gli incontri del mercoledì notte con le ragazze nigeriane lungo via Brennero, a Trento, attraverso il linguaggio teatrale.

 IL LINGUAGGIO
“notte interrotta” affianca al linguaggio teatrale e performativo quello musicale. In scena un’attrice e un flautista. Il loro dialogo percorre tutto lo spettacolo: il suono racconta, suggerisce, evoca, contrasta la parola dando vita e forma alla scena.

Evoè Teatro
Testo e Regia Nadja Grasselli
in scena Marta Marchi
suono dal vivo Federico Robol
Foto di scena Daria Akimenko
in collaborazione con L’Altrastrada Onlus

INGRESSO: € 10,00 con calice di vino

……….

Venerdì 17 marzo 2017 ore 21.00
VALVASONE  Sala Cavana del Castello 
piazza Castello

BREVI GIORNI E LUNGHE NOTTI
Storie di straccioni, di porci e di re                       

COMPAGNIA LUMEN (Lombardia)
brevi-giorni-foto-con-scenografia brevi-giorni-foto-giusta

C’è o c’era sulla cima di un colle un paese nel sud dell’Italia che è come se sorgesse sulla cupola del mondo e lo riassumesse, tutto il mondo, nelle sue due vie e nella piazza centrale. Lì verso la fine degli anni 50′ nel tempo in cui si esce dalla guerra e un mondo arcaico, ma anche ricco di fascino si avvia a scomparire si incontrano le storie di Zio Mario che ogni giorno le raccontava un po’ diverse a chi oggi le racconta a noi.
Sono tante le storie di zio Mario e sono storie di uomini e animali che potevano convivere e parlare. Sono storie vere e sono storie inventate allo stesso tempo, perché non c’è storia reale che in bocca a un buon narratore non diventi anche romanzo, non diventi anche magia. Sono storie personali, ma parlano di un mondo che potremmo pensare che non c’è più e invece sta sotto alle cose di tutti i giorni anche qui, anche al nord, sempre.
Emerge in tutte una sottile, piccola, violenza del quotidiano, una caparbietà dell’essere umano, uomo e donna che resiste alle disavventure, una poesia e un sorriso capaci di alleviare le tragedie dei tempi andati. É un mondo in cui l’uomo si trova ad essere anche crudele, di una crudeltà che non riusciamo a condannare, mentre l’animale che più immaginiamo vicino al fango, quello che per conformazione difficilmente può alzare gli occhi al cielo e vedere le stelle, il porco, è invece, nel suo sacrificio, nel suo modo di amare, nella sua purezza, il più vicino alla poesia. Lo sguardo degli altri è la legge suprema delle umane vicende. Tutto si muove perché è guardato e tutti sanno, tutti si sono dati delle regole perché quello sguardo non debba essere di condanna. Ci sono occhi che vedono, che sognano e che non vedono più lasciati in un cassetto.

Compagnia Lumen. Progetti, arti teatro
Testo e interpretazione di Gabriele Genovese
Regia e scenografia di Elisabetta Carosio

Progetto vincitore del premio DIRECTION UNDER 30 e finalista del premio Mal di Palco 2016
scritto e interpretato da Gabriele Genovese attore finalista del Premio Hystrio alla vocazione 2015

INGRESSO: € 10,00 con calice di vino

Info e prenotazioni:
mr@molinorosenkranz.it
0434 574459 – 348 9033339

 

Organizzato da                         In collaborazione con                                    Con il contributo

logo_molino_rosenkranz              logo-comune-scritta-bronzo-500  Comune di Valvasone Arzene          

Partner                                                                Sponsor

logo-evoelogo_ctu_-bn        sponsor

———

RESIDENZE

 

residenze

Le compagnie vincitrici del bando 2016 – 17

Francesca Franzè (Brescia) con il progetto “FAIL” – in residenza dal 23 al 28 aprile

  • tematica attuale e molto sentita anche nel nostro territorio
  • chiarezza della proposta progettuale ben articolata
  • interessante e originale proposta di messa in scena28 aprile 2017 ore 21.00 Teatro Comunale di ZoppolaFAIL
    Concept: Francesca Franzè
    Con: Francesca Franzè e Luca Serafini
    Dramaturg: Letizia Buoso

    “Se ciascun essere umano è un fiore e cresce verticale accanto agli altri nel campo”
    Fail. La crisi economica e i suoi effetti attraverso l’esperienza di un imprenditore in battaglia che non vuole arrendersi all’evidenza del fallimento della sua azienda e scommette sulle sue capacità professionali e manageriali, oltre che sulle risorse della sua attività, cercando di contrastare e superare i severi limiti imposti da un contesto di recessione economica come quello degli anni 2008-2009. La scena nasce dall’osservazione partecipata e dal ricordo di quest’uomo: è il nostro reagire dal presente a questa vicenda, assumendoci i ruoli di chi c’era ed era coinvolto, in una relazione di successione, dove chi viene dopo può farsi filtro vivente e portare anche le proprie risorse interpretative. Il fallimento è esplorato come attitudine e propensione dell’individuo a mettere in atto un piano programmatico di azioni, già in potenza autosabotanti, in un continuo intersecarsi di proiezioni sul futuro e conseguenze delle scelte passate, valutazioni errate, slanci onesti e coraggiosi, in un presente controverso. Prendono vita una pluralità di visioni che inseriscono il fallimento tra le possibilità intrinseche alla ricerca di una realizzazione personale, tra il successo o l’inefficacia dell’agire. I materiali industriali recuperati dall’azienda chiusa diventano tracce installative. I fatti non sono più solo materiale di archivio, ma anche elementi che si relativizzano e insieme trovano nuovo senso tra i percorsi possibili dell’esistenza.
    Una linea di azioni in un mucchio di frammenti di plexiglass rimasti dopo un fallimento. Un’esperienza di slancio, sogno e progetto di se stessi, una famiglia, un’azienda, un’economia, da attori, oggi.

    Ingresso unico: € 5,00



Acqualta Teatro (Noale VE) con il progetto “ON THE MOON” – in residenza dal 26 al 30 marzo

  • utilizzo di diverse tecniche di teatro di figura intrecciate in modo innovativo
  • tematica capace di coinvolgere un pubblico eterogeneo30 marzo 2017 ore 9,00 Teatro Comunale di Zoppola

ON THE MOON
di e con Gianfranco Gallo e Maria Elena De Villaris

Spettacolo per Attori Ombre Oggetti

Cosa c’è sulla Luna? Possiamo fantasticare sul fatto che sulla Luna potrebbe esserci qualsiasi cosa, la vediamo ogni sera, è così vicina, diamo per scontato che sia un asteroide della Terra e basta…
ma se andassimo oltre? Se seguissimo l’ipotesi dell’Ariosto e fosse un luogo in cui si può ritrovare tutto quello che si perde sulla Terra? Che sollievo sarebbe poter recuperare le cose perdute…
Calzini, occhiali, cappelli, giocattoli…oggetti di ogni genere a centinaia, e poi lacrime e sospiri degli amati, coraggio , speranza, saggezza, memoria…tutto finisce lì. Cominceremo questa ricerca da qui. Gli oggetti che sono stati scartati dalla Terra finiscono sulla Luna e lì…
Gianni, un bambino di sette anni, perde il suo gioco preferito, il suo compagno di avventure, inizia a cercarlo dappertutto e incontra, un personaggio davvero particolare, un cavaliere dalla scintillante armatura, e un grande pennacchio in groppa ad un animale fantastico, un Ippogrifo. Sono Astolfo e il suo fidato destriero! (grazie al nostro amato Ludovico Ariosto). Saranno loro ad accompagnarlo in un viaggio straordinario sulla Luna, dove scopriranno un mondo fatto di oggetti strani, chiaccheroni, simpatici, egocentrici, ricchi di caratteri differenti, proprio come gli esseri umani…

PROGETTI DI TEATRO – DANZA – ARTI PERFORMATIVE

Bando 2016 – 2017

Inserito nel progetto “Fila a Teatro 2016-17”, il bando nasce con l’obiettivo di mettere in relazione il teatro con il territorio, offrire agli artisti spazi adeguati, valorizzando i processi creativi e contribuendo alla formazione di un pubblico consapevole.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:
• Il progetto dev’essere inserito nell’ambito di: teatro, danza, arti performative, circo contemporaneo.
• Il progetto può essere rivolto sia ad un pubblico adulto che di ragazzi.
• Possono partecipare al bando artisti e compagnie formali ed informali purché operino in ambito professionale.
• Il progetto può essere in fase di sviluppo o conclusione.
• Alla fine della residenza la compagnia è tenuta a presentare il lavoro svolto nella sua totalità o parzialmente o in alternativa proporre una sessione laboratoriale basata sulla propria tecnica espressiva alla comunità.
• Il progetto dovrà essere il più possibile autonomo in quanto ad allestimento, illuminazione, fonica.

SERVIZI A CARICO DELL’ORGANIZZAZIONE:
• Utilizzo del Teatro Comunale di Zoppola ( scheda tecnica in allegato ) per 6 giorni (dal 26 al 31 marzo e dal 23 al 28 aprile 2017 )
• Scheda tecnica di base che prevede l’impianto audio, amplificatori e mixer 8 PC da 1000 w, dimmer 12 canali, mixer luci 12 canali
• Alloggio in appartamento con uso cucina per 7 giorni/notti per max 5 persone.
• Disponibilità della direzione artistica per confronti e scambi se necessari.
• Diffusione e promozione sul sito dell’ associazione, organi di stampa e network specializzati.
• Eventuale pagamento oneri SIAE

AGLI ARTISTI/COMPAGNIE È RICHIESTO:
• Sostenere costi di viaggio, vitto e spedizione eventuale di materiali.
• Essere in possesso di liberatorie SIAE e diritti d’autore per musiche, testi e coreografie non originali.
• Essere in grado di fornire la certificazione di agibilità INPS ex ENPALS per la giornata conclusiva aperta al pubblico.
• Disponibilità nei periodi di residenza previsti ( dal 26 al 31 marzo e dal 23 al 28 aprile 2017 )
• Essere autonomi per mobilità e trasporto individuale per il periodo della residenza.
• Aver cura degli spazi assegnati, delle condizioni e degli orari concordati.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:
Per partecipare alla selezione, gli artisti/compagnie dovranno inviare entro e non oltre le ore 12.00 del 13 gennaio 2017 via mail all’indirizzo mr@molinorosenkranz.it i seguenti materiali:

• Scheda di iscrizione (in allegato)
• CV del singolo artista o della compagnia
• Presentazione del progetto in forma estesa
• Scheda tecnica (anche provvisoria) dello spettacolo
• Video promo dello spettacolo o delle prove dello stesso o in assenza di entrambi video di repertorio della compagnia
• Ogni materiale che l’artista/compagnia reputa necessario ai fini della valutazione

ESITO SELEZIONI:
La selezione sarà a cura insindacabile della direzione artistica, il suo esito verrà comunicato via mail a tutte le compagnie e pubblicato sul sito www.molinorosenkranz.it entro il 31 gennaio 2017.

SCHEDA ISCRIZIONE

SCHEDA ISCRIZIONE_PDF

SCHEDA TECNICA TEATRO

BANDO PDF

CONTATTI:
Associazione Culturale Molino Rosenkranz
Via Saccons 3 33080 Zoppola- PN
tel 0434 574459 o 348 9033339
mr@molinorosenkranz.it
www.molinorosenkranz.it


 

CONCERTI

Mercoledì 28 dicembre 2016 ore 21.00
Teatro Comunale di Zoppola

THE COLOURS OF GOSPEL                    
(Friuli)

3675877_orig schermata-2016-11-17-alle-17-22-43

E’ una formazione musicale nata nel 1996 a San Michele al Tagliamento per coltivare e valorizzare il canto e la musica gospel nelle sue varie forme. Cantanti per passione e amici nella vita nonostante i 20 anni di esperienza sulle spalle, la voglia di cantare insieme è sempre più forte e il bagaglio culturale-musicale raccolto è degno di un coro ad alti livelli. Il coro è formato da una trentina di voci che contano sull’accompagnamento musicale di musicisti professionisti.

A bilancio conta, tra le tante attività:
• oltre 400 concerti nelle piazze, chiese e teatri più prestigiosi del Triveneto e regioni limitrofe, ha collaborato con cori gospel nazionali e scambi musicali con cori gospel internazionali e l’organizzazione di seminari con cantanti professionisti internazionali;
• un concerto in Aula Paolo VI in Vaticano e in diretta su RAI 2 nella trasmissione operazione Sanremo;
• l’accompagnamento nel concerto di Mario Biondi presso l’Arena di Verona;
• la partecipazione a tre grandi concerti presso il sagrato del duomo di Milano con l’ITALIAN GOSPEL CHOIR, di cui fa parte;
• un concerto presso l’Auditorium Ranieri III del Principato di Monaco con la Nazionale Gospel;
• collaborazioni con artisti nazionali e internazionali quali Mario Biondi, David Massey, Bob Singleton, Cheryl Porter, Damine Sneed, Malik Young …

Direttrice Caterina Cesca, Direttore artistico Luca Amatruda.

www.gospel-colours.it

Ingresso intero: € 10,00
Ingresso ridotto: € 8,00 (soci Scuola di Musica di Zoppola)
I bambini sotto i 10 anni entrano gratis

………….

Venerdì 3 marzo 2017 ore 21.00
Teatro Comunale di Zoppola

SAFAR MAZI                    
(Italia/Marocco/Iran)
con la partecipazione di FRIUL MICS

safar  17112_10206361791983695_707536685161400153_n

Musiche dal mediterraneo al medioriente. Safar in Farsi, la lingua iraniana, e in Arabo significa viaggio e Mazì significa insieme in greco. Safar Mazì è un progetto musicale dal Mediterraneo al Medioriente, un caleidoscopio di suoni e culture che si intrecciano tra loro: un percussionista maghrebino e le sue calde sonorità, un iraniano con i particolari e bellissimi strumenti della tradizione persiana, un friulano dai capelli siciliani con la sua amata fisarmonica e un veneto di origini pugliesi ai fiati…

Il gruppo è nato 3 anni fa circa dall’incontro tra un musicista greco, un clarinettista veneto/pugliese, un giovane funambolico fisarmonicista friulsiciliano, un bravissimo e creativo percussionista romeno ed un musicista iraniano: siamo partiti così, mettendo insieme le nostre esperienze, i nostri rispettivi repertori e la curiosità di creare un nostro amalgama. Da lì in avanti abbiamo cominciato a portare in giro le nostre facce diverse ed il nostro piccolo esempio di integrazione in un contesto non facile come quello veneto. Pian piano ci siamo fatti conoscere anche fuori regione: oltre che in Veneto e Friuli abbiamo suonato in Trentino, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana fino a scendere per due tournèe estive in Abruzzo e Puglia… partecipando poi per due anni ad un festival in Grecia, nell’isola di Eubea… Le difficoltà certo non mancano: l’amico greco con il suo bouzuki se ne è tornato in Grecia dove ha un lavoro più stabile; l’energico ed eclettico percussionista romeno è ri-emigrato in Inghilterra in cerca di nuova fortuna. Da quintetto per un po’ di tempo, ora siamo diventati quartetto: è entrato un giovane e talentuoso percussionista marocchino, con esperienze legate soprattutto alla sua musica tradizionale, ma Safar Mazì è un laboratorio dove piano piano ci si espande verso altri orizzonti!

Safar Mazì è Mohammed Neffaa/Marocco al darabouka, req, daf e voce; Paolo Forte/Italia alla fisarmonica e sotto minaccia, al canto; Renato Tapino/Italia al clarinetto, voce, chitarra, ciaramella; Fuad Ahmadvand/Iran al santur, daf, voce

Aprirà la serata FRIUL MICS con la proiezione delle interVISTE/interCULTURALI una raccolta di video interviste sul tema della migrazione sotto molti punti di vista: quello di chi arriva, di chi parte, di chi torna e di chi resta.

“Friûl Mics” è formata da sei giovani che grazie a percorsi lavorativi, di studio o di vita si sono avvicinati al tema della migrazione: tre educatori che lavorano nelle politiche giovanili anche in progetti di accoglienza di minori stranieri, un operatore sociale esperto di storia e tradizioni friulane, un giovane burkinabè integrato nella realtà locale e impegnato all’interno della comunità di origine ed un’esperta in fenomeni migratori con Master in European & International Studies ed esperienze di vita all’estero.

http://www.safarmazi.com/

Ingresso unico: € 10,00
I bambini sotto i 10 anni entrano gratis

Teatro Comunale di Zoppola via L. Da Vinci, 1

Info e prenotazioni:
mr@molinorosenkranz.it
0434 574459 – 348 9033339

Organizzato da                                                         In collaborazione con                          Con il contributo

logo_molino_rosenkranz          ScuolaMusica                       Comune di Zoppola             

Sponsor

sponsor