Noi

Molino Rosenkranz dal 1991 si occupa di teatro per ragazzi e adulti. Animano la realtà varie figure professionali, attori, musicisti, scenografi, performer, educatori, organizzatori, garantendo un continuo fermento d’idee e creatività.
Molino Rosenkranz è anche un “luogo” dove chi ha desiderio di dare concretezza a un proprio progetto artistico può trovare accoglienza e supporto. Questa apertura favorisce la crescita del gruppo. Le attitudini di ognuno vengono valorizzate e le produzioni diversificate sono il frutto di questo intreccio.
La realtà gestisce laboratori espressivi e creativi anche in ambito sociale, è attiva nelle arti e animazioni di strada con peculiarità specifiche a livello nazionale, quali l’utilizzo di elementi scenografici, giganti e gonfiabili con le quali ha collaborato con Rai 1 nei programmi Big, Solletico e Giochi Senza Frontiere. Lo spettacolo Il compleanno dell’Infanta” tratto dall’omonimo racconto di Oscar Wilde, è premiato “per la qualità della regia” (di Roberto Pagura) al Festival internazionale delle Figure Animate Perugia ’95.  La poetica della compagnia la conduce a creare eventi, dove la forza dell’immagine e la delicatezza delle azioni sceniche, combinate insieme in un dialogo costante con l’ambiente circostante, porta il pubblico ad essere protagonista e pienamente coinvolto. Nell’ultimo triennio la Compagnia ha prodotto 7 spettacoli, tra i quali per adulti “Argia” (in stagione Ert ‘14/15) e “La notte delle creature fantastiche”, per la notte romantica dei borghi più belli d’Italia, che si è realizzato a Poffabro in giugno 2016 con venti figure in scena tra attori, ballerini, trampolieri, musicisti e figuranti. “Quando la terrà danzò” sul terremoto in Friuli. Per ragazzi “Giù le mani da nonno Tommaso” (3° posto Festival nazionale del Teatro per i ragazzi 2015), “Formelastica” (in stagione Ert ‘16/17), “Dietro all’Oblò” che ha debuttato a luglio 2016 e “La Regina dei Ghiacci” debutto a ottobre 2016 ad Abano Terme. Nell’ultimo triennio ha organizzato grazie a finanziamenti comunali, provinciali, regionali ed europei i seguenti eventi: -“Teatro e Musica in Cortile”(2008 – 2016) – “Rassegna di spettacoli” per Musae percorsi cult. in Provincia (2009 – 2015) – “Fame di Cose buone” (2014-15) – “Meet Me Art” scambio internazionale 2015 – “Fila a Teatro” (2015-16 e 2016-17) – “Sulla Nuda Pelle. Festival di teatro sui luoghi della Grande Guerra” 2016-17.

Chi siamo

Roberto Pagura *Direttore artistico, attore, regista, scenografo

Nato a Zoppola nel 1961. Frequenta presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, il corso di Teatro Popolare e di Animazione.
Frequenta stage con Yves Lebreton, Maria Consagra, Marco Balliani, e lavora presso la Compagnia Tangram. Nel 1991 fonda la Molino Rosenkranz. Attività principali sono la regia di spettacoli teatrali per ragazzi e adulti, laboratori espressivi, realizzazione di scenografie, direzione artistica di varie manifestazioni. Nel 1995 riceve il Premio alla Regia al Festival Internazionale delle Figure Animate Perugia, per lo Spettacolo d’attori e ombre Il compleanno dell’Infanta.  Nel 2011 riceve il Premio alla carriera come attore, artista, artigiano “Zoppola fra acque e uve”.  Nel 2014 fa parte del cast di attori dello spettacolo “Siums” di Gigi Dall’Aglio, produzione CSS, progetto della Farie Teatrâl Furlane. Nel 2015 lo spettacolo “Giù le mani da nonno Tommaso” nel quale è attore principale vince il terzo premio al Festival nazionale del Teatro per i ragazzi. Nell’ultimo triennio è attore in 5 spettacoli prodotti da Molino Rosenkranz, Formelastica, coreografia di Wanda Moretti, Giù le mani da Nonno Tommaso e Dietro all’Oblò, regia di Fabiano Fantini e Quando la terrà danzò, sul terremoto in Friuli. Cura inoltre la regia di tre spettacoli, nel 2015 “Argia” con Marta Riservato e Paolo Forte, nel 2016 “La notte delle creature fantastiche”, per la notte romantica dei borghi più belli d’Italia, che si è realizzato a Poffabro in giugno 2016 con venti figure in scena tra attori, ballerini, trampolieri, musicisti e figuranti e la Regina dei Ghiacci che ha debuttato a ottobre 2016. Realizza strutture scenografiche giganti per eventi di piazza, che hanno girato le principali città italiane e Festival internazionali. Conduce inoltre laboratori teatrali e scenografici rivolti a adulti, giovani e persone diversamente abili.

Direzioni artistiche: Arti e Sapori. Festival internazionale di arti di strada  2005 e 2006, Voci e Autori rassegna di letture teatrali per adulti 2006, L’Albatros Poeta rassegna di teatri delle diversità 2006, Festival Arti di Strada di Tramonti di sotto (PN)  2008, Teatro e Musica in Cortile 2008 – 2016, Fame di Cose Buone 2014-15, Fila a Teatro 2015-16 e 2016-17

Annalisa Chivilò *Responsabile organizzativa e di progetto

Nata a Spilimbergo nel 1980, nel 2006 si laurea in Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna dopo un periodo di sei mesi di ricerca presso l’Università di Berkeley negli Stati Uniti.
Ha curato la rimusicazione di tre film di Maya Deren e partecipato ai festival Filmmakers al Chiostro di Pordenone e 4FilmFestival di Bolzano nel 2008. Il suo cortometraggio “Il Muro basso” è stato selezionato al K3 Festival internazionale del cortometraggio nel 2012. Dal 2009 ha partecipato come leader italiana a diversi scambi internazionali sul tema dell’arte e del teatro, tra i quali “Ecologically Young” a Tramonti di Sotto, “Gioventù in Action” a Jerez de La Frontera in Spagna. Dal 2008 al 2009 lavora come Organizzatrice di eventi del Servizio “Spazio Giovani” della Comunità Montana del Friuli Occidentale, tra gli eventi organizzati il concorso di scrittura “Lo Sguardo dell’Aquila”. Da luglio 2010 lavora presso l’Associazione Culturale Molino Rosenkranz occupandosi di progettazione e organizzazione eventi, amministrazione e comunicazione. Dal 2011 fa parte del team di direzione artistica della rassegna estiva Teatro e Musica in Cortile, oltre alle rassegne Fame di Cose Buone 2014-15,  Fila a Teatro 2015-16 e 2016-17, Sulla nuda pelle 2016-17. Nel 2015 organizza, con Erasmus + lo scambio internazionale “Meet Me Art” che ha coinvolto giovani provenienti da 4 Paesi (Italia, Polonia, Marocco e Tunisia), impegnati per una settimana nella realizzazione di uno spettacolo.

Marta Riservato *Attrice e drammaturga

Nata a San Vito al Tagliamento nel 1988. Nel 2007/2008 è allieva attrice presso l’accademia d’arte drammatica Nico Pepe di Udine. Nel 2012 si diploma all’Accademia Teatrale Veneta. Nell’arco del suo percorso formativo ha il piacere di lavorare con grandi maestri internazionali come: Antonio Cafiero, Jurij Alschitz, Francois Kahn, Tapa Sudana, Ted Keiser, Vladimir Granov, Gary Brackett, Armando Punzo, Alessandro Serra e Andrej Leparski. Fondamentale nella sua formazione l’incontro con il regista Alessio Nardin, con il quale segue un lavoro sulla base degli etjud di Anatolij Vasiliev. Nell’ambito professionale e’ attrice di commedia dell’arte con la compagnia Pantakin e con l’associazione Molino Rosenkranz prende parte agli spettacoli per ragazzi “Sono stato bambino tre anni fa’ “, “Formelastica”, “ Giù le mani da nonno Tommaso!”, “Argia” e “Dietro all’Oblò”. Nel 2013 insieme all’attrice Sara Beinat crea e produce lo spettacolo itinerante “Vite sepolte”. Nel 2013 insieme all’attrice Sara Beinat crea e produce lo spettacolo itinerante “Vite sepolte”. Collabora con il Centro Teatrale Umbro durante il Festival internazionale sulla formazione attoriale “Di umanità, si tratta”.