Archivio spettacoli

AD UN PASSO

AD UN PASSO

In una delle notti più buie della storia d’Italia, quella del 24 ottobre 1917, migliaia di soldati aspettano. Sono tedeschi, austriaci e italiani che a poche centinaia di metri l’uno dall’altro attendono le 2.00, l’ora X in cui è previsto l’inferno. Le truppe imperiali hanno in serbo la più tremenda offensiva di sempre, gli italiani lo sanno, ma restano immobili con l’ordine di non anticipare l’attacco, nemmeno con un solo colpo di cannone.

ARGIA

ARGIA

Prestando corpo e voce, immagini e note di fisarmonica tramandiamo questa storia coraggiosa e appassionante che ancora, come Argia nei suoi novant’anni, vorrebbe piantare alberi dove prevale il cemento, per ridare al futuro l’ossigeno dei sogni.

dietro all'oblò

dietro all'oblò

Uno spettacolo sui sogni, quelli che avevamo da bambini, quelli perduti, da rincorrere, da ritrovare… perché il mondo può essere colorato se sappiamo affrontarlo nel modo giusto.

giù le mani da nonno tommaso

giù le mani da nonno tommaso

POESIA, COMICITA’, AVVENTURA… e una storia, che tra le righe, ci racconta del legame che unisce nonni e nipoti. Due attori/narratori ci svelano questa storia in un alternarsi di momenti poetici e divertenti, con l’ausilio di oggetti, luci, pupazzi e la proiezione su grande schermo delle immagini originali di Stepán Zavrel. La storia ci offre spunti di riflessione sulla famiglia, dove il nonno gioca un ruolo di grande importanza, sulla società e sui poteri politici, con riferimenti al potere della propaganda.

i bambini terribili

i bambini terribili

Quattro “Bambini Terribili” invadono le strade giocando, scherzando, litigando, suonando.. In questo loro TURBINIO nulla si salva. Spazi, oggetti, persone, tutto diventa occasione di gioco.

invasioni

invasioni

Un’unica storia narrata a più voci racconta di come, nelle guerre che hanno attraversato l’intero ‘900, il corpo della donna sia stato usato come campo di battaglia. A tramandare questo martirio, donne e uomini di diverse epoche e provenienze, accomunati dall’esperienza di un’invasione che non ha risparmiato spazi comunitari, luoghi privati, vite. Vite stroncate, vite sospese, vite che da queste macerie affiorano, innocenti e inconsapevoli, come “figli del nemico”.

la guerra sulle spalle

la guerra sulle spalle

Prendendo le distanze dalla retorica e avvicinandosi il più possibile, in punta di piedi, ad una intimità di sentimenti e stati d’animo, “La Guerra sulle spalle” è dedicato alla storia di fatica e coraggio delle portatrici carniche.
Una vita in salita, un peso sulla schiena che solo i muli erano abituati a portare. Protagoniste dello spettacolo sono donne che durante la prima guerra mondiale trasportarono, sulle vette dove si combatteva, tutti i rifornimenti.

on the moon

on the moon

Cosa c’è sulla Luna? Possiamo fantasticare sul fatto che sulla Luna potrebbe esserci qualsiasi cosa, la vediamo ogni sera, è così vicina, diamo per scontato che sia un asteroide della Terra e basta… ma se andassimo oltre? Se seguissimo l’ipotesi dell’Ariosto e fosse un luogo in cui si può ritrovare tutto quello che si perde sulla Terra? Che sollievo sarebbe poter recuperare le cose perdute… Calzini, occhiali, cappelli ,giocattoli…oggetti di ogni genere a centinaia, e poi lacrime e sospiri degli amati, coraggio , speranza, saggezza, memoria…tutto finisce lì. Cominceremo questa ricerca da qui. Gli oggetti che sono stati scartati dalla Terra finiscono sulla Luna e lì…

sottosopra

sottosopra

Le varie espressioni della danza urbana nate nella strada, dentro un teatro, la break dance, il parkour, la danza aerea, la musica eseguita dal vivo. I b-boys della break e i traceurs o parkourist del parkour con l’acrobata della danza aerea uniti in un unico sogno “l’antigravità”.
it_IT