Letture Sceniche

Firmino

di Sam Savage

Firmino è un topo nato in una libreria di Boston negli anni Sessanta. È il tredicesimo cucciolo della nidiata, il più fragile e malaticcio. La mamma ha solo 12 mammelle e Firmino rimane l’unico escluso dal nutrimento. Scoraggiato, si accorge che deve inventarsi qualcosa per sopravvivere e comincia ad assaggiare i libri che ha intorno. Scopre che i libri più belli sono i più buoni. E diventa un vorace lettore, cominciando a identificarsi con i grandi eroi della letteratura di ogni tempo. 

Roberto Pagura: lettura
Paolo Jus: accompagnamento musicale alla chitarra e contrabbasso
Massimiliano Gosparini: disegno estemporaneo proiettato su grande schermo
firmino

La libreria sulla collina

di Alba Donati

Un libro magico, che racconta un luogo magico, che esiste davvero. Una libreria microscopica in un paesino sperduto sulle colline toscane, ma portentosa come una scatola del tesoro. Dai bambini che entrano di corsa alle marmellate letterarie, da Emily Dickinson a Pia Pera, le giornate nella Libreria Sopra la Penna sono ricche di calore, di vite e storie, fili di parole che legano per sempre: una stanza piena di libri è l’infinito a portata di mano.

Roberto Pagura: lettura
Sebastiano Zorza: accompagnamento musicale alla fisarmonica

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

di Luis Sepùlveda

A Monaco. Max è cresciuto insieme al suo gatto Mix. È un legame profondo, quasi simbiotico. Max, raggiunta l’indipendenza dalla casa paterna, va a vivere da solo, portandosi dietro l’amato gatto. Il suo lavoro, purtroppo, lo porta spesso fuori casa e Mix, che sta invecchiando e sta perdendo la vista, è costretto a passare lunghe giornate in solitudine. Ma un giorno sente provenire dei rumori dalla dispensa di casa e intuisce che lì si nasconde un topo… Un’altra grande storia di amicizia nella differenza.

Roberto Pagura: lettura
Massimiliano Gosparini: illustrazione estemporanea con la sabbia

Un cammino per l'acqua

Un lungo cammino per l'acqua

di Linda Sue Park

Sudan Meridionale, 2008. Nya è una ragazzina di undici anni, costretta tutti i giorni, due volte al giorno, a fare un lungo cammino sotto il sole per raggiungere l’acqua. Sudan Meridionale,1985. Anche Salva ha undici anni quando, in piena guerra civile, viene strappato alla sua famiglia e costretto a un lungo viaggio disperato per raggiungere i campi profughi. Ma i destini di Nya e di Salva si intrecceranno, e dalle loro infanzie perdute nascerà una nuova speranza per il loro Paese. 
Gli ostacoli che Salva deve affrontare sono semplicemente inimmaginabili: fame, sete, solitudine, passeggiate senza fine, coccodrilli e molto altro ancora. È incredibile che non si sia mai arreso e non sia mai tornato indietro, anche quando a volte lo voleva davvero. Salva aggiunge una nota finale, dicendo ai lettori con le sue stesse parole: Stai calmo quando le cose sono difficili o non vanno bene con te. Le supererai quando persevererai invece di mollare. Salva è una persona straordinaria che non solo si impegna per la propria sopravvivenza, ma anche per tornare per aiutare le persone del suo paese a condurre una vita migliore.

Roberto Pagura: lettura
Stefano Andreutti: accompagnamento musicale alle percussioni

Storia di Quirina di una talpa e di un orto di montagna

di Ernesto Ferrero

Quirina è un’anziana signora che vive in orgogliosa solitudine in un piccolo paese delle Alpi, dove accudisce un orto-giardino che è tutta la sua gioia, uno spazio armonioso che vuole opporsi all’insensato disordine del mondo. Finché una mattina di maggio fa una scoperta che la sconvolge: il prato è sconciato da serie di monticelli di terra che rivelano la presenza di una talpa. Comincia una guerra senza quartiere, in cui vecchi rimedi e credenze popolari si alternano con le nuove tecnologie, in un crescendo che troverà una conclusione inaspettata. L’intrusa scatena interrogativi e inquietudini, evoca memorie che sembravano perdute. Quirina arriva a scoprire con sorpresa che del «bravo minatore» hanno parlato in toni ammirati anche Shakespeare e Primo Levi..
Un’interpretazione frizzante di questo testo divertente e delicato.
Lettura scenica con accompagnamento musicale dal vivo.
 
Roberto Pagura: lettura
Lorenzo Marcolina: accompagnamento musicale al clarinetto e flauto traverso

La statua di Visnù

di Emilio Salgari

Lettura scenica di racconti d’avventura tratti da una raccolta di Emilio Salgari, con accompagnamento musicale alla chitarra e disegno estemporaneo su sabbia, proiettato su grande schermo.
Un viaggio attraverso i Continenti, dal magico Oriente all’America, dove coraggiosi protagonisti sbarcano su isole misteriose, si avventurano in foreste e grotte abitate da tigri e uccelli rari.
La musica sostiene i momenti di tensione, il disegno sulla sabbia, materico e caldo ci regala suggestioni di mondi lontani.
Una lettura avvincente con colpi di scena e atmosfere esotiche.
 
Reading ad alta tensione con percussioni e disegno estemporaneo su sabbia
 

Roberto Pagura: lettura
Stefano Jus: disegno su sabbia proiettato su grande schermo
Paolo Jus: accompagnamento musicale alla chitarra

Approdi, il Tagliamento e i suoi passaggi

Attorno a questo “piccolo grande fiume” – 178 km di naturalità e biodiversità – Molino Rosenkranz ha quindi concretizzato il suo progetto, selezionato tra quelli presentati al bando storico etnografico studi e ricerche 2022 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
Un progetto sfociato nell’omonimo audiolibro, frutto di ricerche condotte da Annalisa Chivilò sulla base di testi e interviste a storici sui passaggi attraverso i secoli. Le voci narranti sono di Roberto Pagura e Anna Valerio, le musiche i suoni e le ambientazioni sonore sono di Stefano Andreutti.
Alcune narrazioni sono strutturate come interviste “impossibili” – curate da Luigina Battistutta – affidando agli oggetti (la barca, la corda, l’albero, il bottone di una divisa, il pilone del ponte…) o a persone (un soldato napoleonico, un traghettatore) il compito di raccontare cosa è accaduto durante il loro passaggio del Tagliamento.
Le principali fonti bibliografiche alle quali si è attinto sono: “I passaggi del Tagliamento” – Edizioni La Bassa; “Storia di Spilimbergo” – Edizioni Biblioteca dell’Immagine; “Tagliamento. Il fiume dei tigli” – Tiglio Edizioni.
 
La lettura scenica propone degli estratti dell’audiolibro.
Roberto Pagura, Anna Valerio: lettura
Stefano Andreutti: accompagnamento musicale alle percussioni e suoni elettronici

GIORNATA DELLA MEMORIA

Ghetto Swingers

Spettacolo-concerto tratto dal testo di Eric Vogel 

Sotto il Terzo Reich il jazz fu barbaramente osteggiato ma, a dispetto di Hitler e Goebbels, sopravvisse anche nell’inferno dei campi di sterminio.
Lo spettacolo racconta la vicenda dei Ghetto Swingers, tratta dalle toccanti pagine del diario di Eric Vogel.
L’autore di queste memorie fu trombettista e unico sopravvissuto della band che si esibì per un breve periodo nel ghetto di Terezin e nel campo di sterminio di Auschwitz.
“Ho scritto questa storia senza odio né spirito di vendetta (…) credo nella forte missione del jazz, una missione di fratellanza e di comprensione fra i popoli. (…) è il simbolo della libertà di espressione e di democrazia, una potente arma nella battaglia per questi ideali” (E. Vogel)
Per questa connotazione, nello spettacolo, il jazz non è un semplice commento sonoro: la musica tesse il racconto insieme alle parole e alle immagini prodotte dal vivo, non per mostrare l’orrore, ma per far sentire la gravità di ciò che è avvenuto.
 

Roberto Pagura: lettura
accompagnamento musicale al pianoforte e tromba
Massimiliano Gosparini: disegno estemporaneo

In Vino Veritas

Convitati a questo simposio ideale sono amanti ed intenditori del dolce dono di Bacco: scrittori e poeti di epoche e culture diverse. Ciascuno ci offre un calice dal gusto irripetibile, da cui spande uno spirito che svela la molteplice natura del vino…
 
Roberto Pagura: lettura
Maestro Gianni Fassetta: accompagnamento musicale alla fisarmonica
Gianni Castellarin: fotografie
Daniela Zucchiatti: selezione testi
letture
invasioni
pasolini